By / 30th gennaio, 2017 / News / Off

Percorso panoramico: Valenza – Moncalvo

Alla scoperta del Monferrato partendo dal nostro albergo a Valenza

Alla ricerca degli scorci più suggestivi, una strada che si snoda sulle sommità collinari offrendo 20 Km di panorami: dalle romantiche discese di vigneti, alle suggestive pievi arroccate sulle cime delle colline. Un percorso perfetto per gli amanti della fotografia, della natura e dei migliori paesaggi. percorsi monferrato torre LuPartendo dal nostro albergo a Valenza ci dirigiamo verso Ovest, incontrando le prime increspature del Monferrato a Mirabello (2). È qui che la pianura si lascia alle spalle il grande fiume e si trasforma in dolci colline colme di vigneti e boschi. Proseguendo il nostro cammino arriviamo a Lu, dove le onde del Monferrato si fanno più maestose. Il paese vale la sosta e il panorama di via Pozzo Comune ci mostra un assaggio del viaggio che abbiamo appena iniziato. Al centro del paese, l’antica torre ci permette di godere di una vista mozzafiato. Scendiamo da Lu per raggiungere Cuccaro (3) sulla strada bassa, deviamo all’esterno, verso via Montalto e ci fermiamo per qualche istante sul piazzale della Madonna delle Nevi. Questa piccola pieve, di scarso valore artistico, è situata però in un punto strategico che ci permetterà di godere dell’intera valle sottostante, con la sua rigogliosa vegetazione è un tipico esempio della natura ambivalente del Monferrato, in bilico tra antichi vigneti e boschi inviolati. Lasciandoci Cuccaro alle spalle ci dirigiamo ora verso Vignale (4) dove incontriamo sulla strada il museo di arte contadina. Questa curiosità vale la sosta anche solo per godere della natura circostante, prima di raggiungere finalmente Vignale e immergerci negli onirici giarPalazzo Callori a Vignale Monferratodini di Palazzo Callori. Il palazzo, sede dell’enoteca regionale, è parte del circuito castelli aperti e rappresenta un meraviglioso esempio degli antichi edifici signorili sparpagliati qua e là sul territorio. Lasciamo la provincia di Alessandria e sconfiniamo nell’astigiano, incontrando Casorzo e dopo averlo superato saliamo verso la sommità del colle che ospita un piazzale panoramico dal quale si può godere di una splendida vista verso le valli a Sud. Raggiungiamo ora Grazzano (5) da cui svetta l’abbazia benedettina del X secolo,  che con la sua architettura a livelli ci racconta la storia millenaria di questi luoghi. Dall’abbazia possiamo godere di una delle viste migliori sulla valle del Grana dove presto ci dirigeremo. Qui i più curiosi potranno visitare la storica tomba di Aleramo, fondatore dell’omonima dinastia che regnò sul Monferrato dal IX al XIV secolo. Dopo un breve tragitto e una ripida salita siamo finalmente giunti alla nostra meta: Moncalvo (6), che con i suoi infiniti punti panoramici, i suoi ristoranti e i suoi negozi ricchi di specialità del territorio ci offre il meritato riposo. Passeggiando sulle mura che circondano Piazza Carlo Albero, tra bar e Ristoranti, possiamo finalmente godere di una vista eccezionale, che si svela tutto il Monferrato astigiano e che, nelle giornate terse, permette di spaziare dalle Alpi alla provincia di Alessandria. Un viaggio il nostro che sicuramente potrà donare vedute panoramiche memorabili agli ospiti del nostro albergo che scelgono di dormire in Monferrato per un weekend.

monferrato provincia di allessandria