By / 27th aprile, 2017 / News / Off

Alla scoperta dei vini del Monferrato, prodotto di un territorio ricco di storia enologica, partendo dal nostro albergo a Valenza.

Il Monferrato ospita una viticoltura ed una enologia di pregio, affidata ai suoi vitigni autoctoni. Gli amanti del buon vino sapranno apprezzare questo percorso che partendo dal nostro albergo a Valenza si addentra nel cuore del territorio per scoprire i migliori vini del Monferrato. In questa zona infatti operano più di 300 produttori, 6 cantine sociali ed una Enoteca Regionale.

Nel Monferrato la vite e il vino non sono solo una delle principali fonti di ricchezza ma anche un’espressione di cultura e di tradizione, frutto di un tenace attaccamento alla terra e di secoli di duro lavoro, necessario per attuare una trasformazione agraria di eccezionali dimensioni.  Se si vuole entrare nel “vivo” di queste opere d’arte naturale, è possibile effettuare tour  guidati alla scoperta elle migliori cantine sociali, dove si produce il vino e addirittura visitare i vitigni.

I vini pregiati del territorio sono in vendita presso l’Enoteca regionale del Monferrato, unitamente ad altri prodotti gastronomici di qualità (dolci, riso, conserve e confetture) . Ma quali sono questi vini e qual’è il segreto del loro successo internazionale?

  • Bonarda (Rosignano M.to) dal colore rosso intenso ed un profumo fruttato. Il gusto che lascia è asciutto e vivace. La si vendemmia a metà Settembre. Ottimo con la vasta gamma di antipasti e primi piatti tipici del Monferrato.
  • Freisa (Asti) è un vitigno a bacca rossa, infatti il vino ha un colore rosso granato non molto intenso. Il gusto è deciso e rotondo. Il vitigno matura verso fine Settembre inizio Ottobre. Secondo la tradizione del territorio, spesso viene vinificata in versione frizzante per un consumo immediato, che ne esalta la vivacità fruttata. Si abbina molto bene con taglieri di salumi del territorio, primi piatti al rugù, tortelloni di carne, e arrosti.
  • Barbera (Monferrato nord-astigiano: Moncalvo, Grazzano e paesi limitrofi) dal colore rosso rubino, brillante e profondo. Con un gusto piacevole nerbo acido che ci prepara ad un vino asciutto ed intenso. La Barbera è vendemmiata solitamente nella seconda metà di settembre.  Ottima se accompagnato da salumi e formaggi stagionati.
  • Ruchè (Castagnole Monferrato) vino rosso non troppo carico, con leggeri riflessi violacei che tendono all’aranciato con l’invecchiamento. Dal sapore secco che si abbina molto bene con secondi di selvaggina e formaggi come Castelmagno, Grana Padano e tome.
  • Malvasia di Casorzo (Casorzo) colore rosso con spuma, non tanto vivace e dal gusto dolce e piacevole, è un vino che per il modesto tenore alcolico può essere gustato in ogni ora del giorno. Il vitigno Malvasia, ha una vita piuttosto lunga ed offre produzioni abbondanti e costanti; rispetto ad altri vitigni, dimostra una migliore resistenza ad agenti atmosferici quali grandine e gelo. Un ottimo abbinamento gastronomico per Dessert e Macedonie.